Edilizia residenziale pubblica e sociale, Leoci: “emendamenti per contrastare situazioni illecite”

32 Visite

«Grazie alla due giorni organizzata ieri e oggi da Federcasa e Arca Puglia, ho potuto apprezzare il lavoro svolto e i progetti in essere, oltre a presentare quello che stiamo portando avanti nell”ambito della V Commissione consiliare di cui sono vicepresidente. In particolare sto lavorando a una nuova disciplina che garantisca una maggiore e più equa semplificazione nell”assegnazione degli alloggi pubblici attraverso gli emendamenti che ho proposto e che andranno a incidere sulla legge regionale 10/2014» – ha detto Alessandro Leoci. Il consigliere della Regione Puglia nonché Vicepresidente V Commissione Consiliare ha proseguito:

«Tra questi l”emendamento sull”introduzione dell”Isee al posto dell”autocertificazione dei redditi per l”accesso all”edilizia residenziale pubblica è una innovazione che servirebbe ad avere dati certi, verificati e perciò più equi per l”assegnazione degli alloggi. ltri emendamenti proposti riguardano i requisiti dei richiedenti e assegnatari, quali l” assegnazione al richiedente che non abbia compiuto reato di violazione di domicilio nei confronti di un altro assegnatario o l”assegnazione al richiedente che non abbia subito condanne penali definitive per reati di criminalità organizzata con vincolo associativo».

«Questi emendamenti vogliono contrastare in modo indiretto eventuali situazioni illecite che possono verificarsi a seguito dell”assegnazione, oltre a voler creare maggiore equità con particolare attenzione ai bisogni dei soggetti più fragili. La strada è inoltre quella dello snellimento della burocrazia e di una maggiore sinergia tra burocrazia e politica, al fine di dare risposte efficaci per programmare al meglio il futuro dei cittadini pugliesi. Mi auguro che tali lavori si concludano nel più breve tempo possibile per consegnare ai pugliesi una legge completa, aggiornata, semplificata ed equa. Perché oggi la politica non si può permettere più di essere lontana da chi ha più bisogno» – ha concluso il consigliere regionale.

Promo