A Cerignola ristoratori fermi per protesta contro caro bollette

36 Visite

«Le bollette delle nostre attività commerciali ci stanno mettendo in ginocchio – dicono i referenti del comitato ristoratori di Cerignola – sappiamo bene che questa è una crisi generalizzata, ma abbiamo l”obbligo di fare squadra tutti insieme per far sentire la nostra voce». Così, gli imprenditori cerignolani annunciano la giornata di chiusura di tutte le attività e dalle 19:30 un corteo che partirà da piazza Duomo per snodarsi per le strade principali della città.

«È necessario che la nostra voce arrivi al Governo: manifestare, oltre che un diritto sancito costituzionalmente, è un atto sacrosanto per cambiare le cose- continuano- Invitiamo tutti i ristoratori, negozianti, anche delle grandi catene di vendita, a tenere abbassate le serrande martedì in segno di solidarietà e adesione a una protesta pacifica e civile».

«È necessario partecipare, perché quella del caro bollette è una urgenza che riguarda tutti, non soltanto noi ristoratori o commercianti. È inutile lamentarsi, magari sui social network, se poi quando arriva l”occasione di far sentire la propria voce ci si tira indietro. Chiediamo collaborazione a tutti i nostri colleghi e scendere in piazza contro il caro bollette», concludono dal Comitato.

Promo