Puglia: approvata legge sulla transizione energetica. Centro destra non partecipa al voto finale

30 Visite

Con 25 voti e la la mancata partecipazione al voto del centro destra,  il Consiglio regionale pugliese ha approvato il disegno di legge contenente le misure di compensazione e di riequilibrio ambientale e territoriale in ambito energetico.

Il testo formulato dall’Assessorato allo sviluppo economico ha recepito parti dei contenuti e finalità delle due proposte di legge di iniziativa consiliare presentate, di cui erano primi firmatari Davide Bellomo e Fabiano Amati. Tra gli obiettivi del testo di legge, vi è quello di attenuare gli effetti negativi della crisi energetica attraverso la disciplina di misure di compensazione e di riequilibrio ambientale e territoriale fra livelli e costi di prestazione e impatto degli impianti energetici, anche con compensazione e di riequilibrio ambientale e territoriale a carico dei proponenti, miglioramento della sostenibilità ambientale di immobili e infrastrutture pubbliche, promozione del risparmio energetico e riconversione per fonti energetiche rinnovabili, nonché estensione della forestazione in ambito urbano e periurbano. Stando a quanto si apprende, il centrodestra non avrebbe votato a favore poichè contro la mancata estensione delle misure di ristoro previste  anche al carbone

Promo