Povertà, Coldiretti: “rischio alimentare per 440.000 famiglie”

34 Visite

A trainare gli aumenti per le famiglie arrivati complessivamente a un miliardo di euro, è l”olio di semi il cui prezzo è cresciuto del 60%. È quanto fa sapere Coldiretti Puglia evidenziando che al secondo posto c”è il burro in crescita del 38,1% e al terzo la margarina (+26,5%). Seguono il riso con un +26,4%, spinto anche dal crollo della produzione nazionale a causa della siccità e il latte uht (+24,5%), davanti a farina (+24,2%) e pasta (+21,6%) mentre nelle campagne il prezzo del grano non copre i costi di produzione degli agricoltori.

I vegetali freschi – continua la Coldiretti – aumentano del 16,7% e la frutta del 7,9% con effetti negativi sui consumi. La spesa alimentare costerà alle famiglie 650 euro in più per imbandire la tavola. Per l”associazione sono a rischio alimentare 440mila famiglie che in Puglia costrette a chiedere aiuto della spesa per i costi energetici e alimentari.

Per Coldiretti Puglia «bisogna intervenire per contenere il caro energia ed i costi di produzione con misure immediate per salvare aziende e stalle e strutturali per programmare il futuro, conclude Coldiretti nel sottolineare che occorre anche lavorare per accordi di filiera tra imprese agricole ed industriali con precisi obiettivi qualitativi e quantitativi e prezzi equi che non scendano mai sotto i costi di produzione come prevede la nuova legge di contrasto alle pratiche sleali e alle speculazioni».

Promo