Molinella, tentato omicidio imprenditore: per i tre cerignolani coinvolti pene ridotte in appello

718 Visite

Pene ridotte in appello per i presunti esecutori materiali di un tentato omicidio ai danni di un imprenditore, investito da un’auto mentre era in bicicletta a Molinella (Bologna) il 19 giugno 2019.

A ottobre 2020 i carabinieri arrestarono il mandante del fatto, Manuel Sanchini, anche lui imprenditore, di Bertinoro (ForlìCesena) che in primo grado aveva patteggiato quattro anni e otto mesi.

Oltre a Sanchini furono oggetto di ordinanze di custodia cautelare tre uomini di Cerignola (Foggia), presunti sicari. Sarebbero stati assoldati per uccidere l’uomo, debitore di Sanchini e suo ex socio. Per tutti e tre davanti alla Corte di Appello di Bologna è stato accolto un concordato, una sorta di patteggiamento nel processo di secondo grado.

Paolo Tufariello, difeso dagli avvocati Roberto D’Errico e Valerio Spigarelli, è passato così da otto anni e due mesi a sei anni e due mesi; Giuseppe Avello, difeso dall’avvocato Luca Sebastiani e Angelo Pio Daluiso, difeso dall’avvocato Matteo Perchinunno, entrambi passano da sei anni e dieci mesi a cinque anni.

News dal Network

Promo