Immigrazione, Iwobi (Lega): «Dare risposte sul fenomeno baraccopoli»

45 Visite

«Abbiamo presentato un’interrogazione al ministro Lamorgese perché riteniamo doveroso un suo intervento nel contenere il debordante fenomeno delle baraccopoli e degli insediamenti spontanei di immigrati, spesso illegali, diffusi in diverse regioni italiane e prevalentemente legati ai lavori agricoli nei campi. Al loro interno si registrano situazioni drammatiche, cui fanno seguito notevoli problematiche legate ai temi della salute e dell’ordine pubblico dei territori circostanti, nonché dell’incolumità degli immigrati stessi. La cronaca riporta sempre più frequentemente casi di violenze fra occupanti o di morti accidentali, come l’incendio in provincia di Foggia, avvenuto giorni fa. Va detto con chiarezza: questi sono i risultati di una politica dell’accoglienza fallimentare ed ipocrita, che gli italiani non meritano di subire. La Lega continuerà a ribadirlo: non porre alcun freno agli sbarchi e non attuare serie politiche di contenimento di flussi migratori eccezionali, è un atto scellerato che conduce ad un sovraccarico del sistema di accoglienza, alimenta le infiltrazioni della criminalità organizzata dedita al business del traffico illegale di esseri umani, produce l’abbandono di migliaia di migranti per lo più in situazione di irregolarità nelle nostre comunità. Dal ministro attendiamo fatti e non parole: ripristinare la legalità è un impegno non più rimandabile».

Così il senatore della Lega Tony Iwobi, primo firmatario dell’interrogazione in oggetto esposta al question time oggi in Senato.

Promo