Foggia: inchiesta ex sindaco Landella, Comune sarà parte civile

47 Visite

Il Comune di Foggia intende costituirsi parte civile nei confronti dell’ex sindaco Franco Landella e degli altri imputati che compariranno il prossimo 7 luglio davanti al gup del tribunale del capoluogo dauno, per l’udienza preliminare scaturita dall’inchiesta su alcuni appalti indetti dall’amministrazione cittadina.

La decisione è della commissione che regge le sorti del comune dopo lo scioglimento, disposto il 5 agosto 2021, per infiltrazioni mafiose. L’incarico è stato conferito all’avvocato Antonio Matarrese del foro di Bari. La procura di Foggia ha chiesto il rinvio al giudizio del tribunale dell’ex sindaco del capoluogo dauno, Franco Landella, e di altre 17 persone, tra cui la moglie Iolanda Daniela Di Donna, l’ex presidente del consiglio comunale di Foggia Leonardo Iaccarino, e alcuni ex consiglieri comunali, L’inchiesta, coordinata dai pm Roberta Bray ed Enrico Infante, il 21 maggio 2021 portò l’ex primo cittadino ai domiciliari.

Landella venne rimesso in libertà il 31 maggio con interdizione dal posto di lavoro. Iaccarino è stato ascoltato con la formula dell’incidente probatorio. Secondo l’accusa, Landella avrebbe chiesto la somma di mezzo milione di euro, poi scesa a 300mila euro sul project financing relativo alla pubblica illuminazione, del valore di 53 milioni di euro e per questo è accusato di tentata concussione. La somma di 32mila euro sarebbe stata chiesta per il rinnovo di una convenzione urbanistica e in relazione a questo capo d’imputazione è accusato di corruzione.

Promo