Pubblica il video di un omicidio: sequestrato cellulare a cronista

126 Visite

Agenti della Squadra Mobile di Foggia hanno sequestrato oggi, sulla base di un decreto emesso dal pm Rosa Pensa, il telefono cellulare del giornalista pubblicista Francesco Pesante, direttore della testata online ‘L’immediato’ di Foggia.

Il sequestro – a quanto è dato sapere – è stato disposto nell’ambito delle indagini sulla divulgazione del video, registrato dalle telecamere di sicurezza del carcere di Foggia, sulle fasi dell’omicidio di Alessandro Scrocco, compiuto il 17 maggio scorso.

Pesante è indagato per la ricettazione del file video. Nello stesso procedimento sono indagati due foggiani di 50 e 32 anni, accusati di rivelazione e utilizzo di segreti ufficio. Il difensore di Pesante, l’avvocato Michele Vaira, ha inviato una lettera al pm Pensa con la quale chiede la restituzione immediata del cellulare.

«L’iniziativa – si legge nella missiva – è gravemente lesiva dei diritti del mio assistito, appartenente ad una categoria professionale che può avvalersi del segreto al fine della tutela delle fonti di informazione».

Secondo il legale, inoltre, il cellulare «è pieno di informazioni private» e «il video è stato ricevuto da un altro collega e reca l’indicazione ‘inoltrato molte volte». Vaira evidenza nella missiva che il suo assistito «aveva manifestato verbalmente l’intenzione di nominare il sottoscritto quale suo difensore», ma «gli è stato eccepito che la Procura aveva già nominato un difensore d’ufficio individuato certamente prima del suo ascolto».

Promo