Arpal, polemica sulle sedi ai vincitori di concorso: dipendenti presentano 121 istanze

45 Visite

Sono ben 121 le istanze presentate dai lavoratori Arpal vincitori del concorso per 578 posti da “istruttore del mercato del lavoro” per cambiare la propria sede di lavoro dopo le polemiche seguite ai discutibili criteri scelti dall’Agenzia regionale per la relativa assegnazione.

 La relazione tecnica rilasciata dall’ente relativamente alle richieste di trasferimento, dovute in massima parte alla scelta di utilizzare un algoritmo che ha escluso la possibilità per gli aventi diritto al posto di lavorare nel proprio comune di residenza, rileva come 38 di queste richieste di avvicinamento siano state formulate nonostante la sede di servizio non disti più di 50 chilometri dal domicilio degli assegnatari.

Solo 6 delle domande di spostamento, secondo l’ufficio preposto, riguarderebbero necessità d’assistenza ad un familiare disabile, una ventina invece quelle relative a richieste d’avvicinamento legate a figli minori di 3 anni.

Queste, insomma, le priorità riscontrate dall’Agenzia che espressamente, nel documento dell’8 giugno scorso, fa sapere alle maestranze interessate che “provvederà a contattare i diretti interessati ed a predisporre ogni attività necessaria alla realizzazione delle procedure di trasferimento.”

Promo