Carlantino, il libro di mons. Giovanni Pinto per ristrutturare la chiesa della città

55 Visite

Sarà presentato domani pomeriggio, a partire dalle ore 17.30 nel salone del circolo unione di Lucera (Foggia) il libro ‘Carlantino, ricordo…’, scritto da monsignor Giovanni Pinto che per 40 anni è stato cancelliere della diocesi di Lucera-Troia. Con il ricavato dalla vendita del libro monsignor Pinto creerà un fondo che verrà impiegato per la ristrutturazione della chiesa della Madonna della SS. Annunziata del 1600 di Carlantino, comune che si affaccia sulla diga di Occhito.

Decano del Capitolo della Cattedrale di Lucera e anima del consultorio familiare del centro federiciano, monsignor Pinto, 80 anni, è nato ed ha trascorso parte della sua infanzia nel piccolo borgo foggiano che conta poco più di 900 anime. Con il libro ‘Carlantino, ricordò il sacerdote vuole tramandare ai più giovani i ricordi e le tradizioni di come scorreva la vita a Carlantino nel secolo scorso.

«Voglio lasciare una memoria tangibile ed indelebile alle nuove generazioni abituate alla velocità dei sociali – dichiara monsignor Pinto -. nel libro sono contenuti aneddoti che abbracciano ogni singola famiglia del piccolo comune dei Monti Dauni».

Il volume è ricco, infatti, di fotografie e di tanti episodi inediti, come quando un carlantinese acquistò il primo televisore e tutto il paese si ritrovava in piazza a vedere la Tv; nelle pagine del libro si racconta anche dell’arrivo della prima mietitrebbiatrice nelle campagne carlantinesi, un enorme mezzo agricolo che suscitò la curiosità di una intera comunità.

Promo