Carburanti: Coldiretti Puglia, aumento favorisce l’importazioni di pesce

57 Visite

«Mentre il caro gasolio sta fermando in banchina la flotta dei pescherecci pugliesi costretti a navigare in perdita o a tagliare le uscite, vengono favorite le importazioni di pesce straniero». E’ quanto denuncia Coldiretti ImpresaPesca.

«Quasi 8 pesci su 10 che arrivano sulle tavole sono stranieri spesso senza che i consumatori lo sappiano, soprattutto a causa della mancanza dell’obbligo dell’indicazione di origine sui piatti consumati al ristorante che consente di spacciare per nostrani prodotti provenienti dall’estero che hanno meno garanzie rispetto a quello Made in Italy», dice Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Stando ai dati raccolti da Coldiretti Puglia, «la flotta dei pescherecci pugliese ha perso oltre 1/3 delle imprese e 18mila posti di lavoro» e c’è stato «un aumento delle importazioni dal 27% al 33%».

Promo