Carcere di Foggia: ennesimo suicidio nella struttura, muore un 62enne

55 Visite

Un uomo di origini baresi di 62 anni si è suicidato nel carcere di Foggia, dove stava scontando una pena per maltrattamenti in famiglia.

Il 62enne si sarebbe impiccato con una corda alla finestra della cella. Lo rende noto il Sappe, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, ricordando che si tratta del secondo suicidio che avviene nell’istituto di pena foggiano nelle ultime settimane.

«Questo è l’ennesimo episodio di una tragedia continua che ha responsabilità molto precise, a partire da chi ha voluto consegnare le carceri italiane all’anarchia – sostiene Federico Pilagatti, segretario nazionale del Sappe -. Ci riferiamo alla politica e al Dap che nei fatti hanno smantellato la sicurezza nelle carceri e l’attività di controllo e gestione dei detenuti».

Il sindacalista evidenzia il dato del sovraffollamento nel carcere di Foggia: «siamo a più del 170% dei posti disponibili». «Le carceri sono diventate ormai una discarica sociale in cui buttare le anime e i corpi degli ultimi, dei pazzi, dei diseredati senza che qualcuno intervenga», conclude.

Promo