Unicredit-CNA: sostegno alle imprese impattate dall’aumento dei prezzi di energia e materie prime

61 Visite

UniCredit e Cna Puglia hanno siglato un accordo di collaborazione per sostenere le esigenze di nuova liquidità delle imprese della regione impattate dall’aumento dei prezzi delle forniture energetiche e dall’incremento dei costi delle materie prime. Grazie all’intesa, le imprese pugliesi associate a Cna Puglia potranno beneficiare del plafond di 3 miliardi di euro a favore delle piccole e medie italiane colpite dal caro bollette. I fondi saranno accessibili tramite finanziamenti a condizioni agevolate, con importo minimo di 10mila euro e durata 12 mesi comprensiva di pre-ammortamento fino a 6 mesi.

«Abbiamo deciso di intervenire rapidamente mettendo a disposizione delle imprese della regione nuove linee di finanziamenti agevolati per limitare gli effetti negativi causati dai rincari energetici e delle materie prime che stanno pesando sul nostro sistema produttivo, mettendo in difficoltà numerose imprese – ha affermato Annalisa Areni, responsabile per il Sud di UniCredit Italia -. La collaborazione con Cna Puglia si inserisce nel quadro delle misure eccezionali che UniCredit ha messo rapidamente a disposizione delle Pmi del Paese, come il plafond da 3miliardi e attività di consulenza specifica».

«Con questo accordo le imprese associate a Cna Puglia godranno di condizioni favorevoli ed agevolate per i finanziamenti proposti da UniCredit – ha aggiunto Daniele Del Genio, presidente di Cna Puglia – e potranno affrontare con maggior fiducia e forza questo difficile momento, reso ulteriormente complesso dai maggiori costi energetici e dal rincaro delle materie prime».

Promo