Rignano Garganico: il sindaco Luigi di Fiore sfiduciato da 6 consiglieri

67 Visite

Il sindaco di Rignano Garganico (FG), Luigi Di Fiore, oggi è stato di fatto sfiduciato, fuori dall’aula, da 6 consiglieri comunali. Tre esponenti di opposizione e altrettanti di maggioranza hanno presentato le dimissioni contestuali e irrevocabili al segretario generale e, per conoscenza, al prefetto di Foggia che dovrà nominare un commissario per la gestione dell’amministrazione cittadina.

È stato lo stesso Di Fiore a darne notizia sulla sua pagina Facebook, con un post a cui ha allegato copia della lettera di dimissioni dei consiglieri: «Come volevasi dimostrare, oggi si è raggiunta la massima espressione del senso di responsabilità che contraddistingue questa gente», si legge nella nota diffusa sui social dal sindaco.

«Loro che fanno i tuttologi, che si ergono a uomini sapienti, profondi conoscitori del mondo della politica, che millantano virtù e capacità al di sopra di tutti, si muovono nell’ombra per confabulare e discutere dei modi e tempi per arrecare danno, come in questo caso, all’intera comunità», prosegue. «Il tempo è galantuomo e prima o poi restituisce quanto hai dato, ne sono certo. Adesso prepariamoci ad accogliere il commissario, che traghetterà l’ente, con l’ordinaria amministrazione, senza alcuna possibilità di intercettare finanziamenti (e le scadenze erano tante considerati i tempi del Pnrr e di altro), fino alle elezioni del 12 giugno. In quell’occasione, quando entreremo nella cabina elettorale, ricordiamoci l’11 aprile 2022, giorno in cui si consuma una delle pagine più vergognose della storia della nostra comunità», conclude Luigi Di Fiore.

Promo