Caporalato: Cerignola, dal ministero del Lavoro 9 milioni per alloggi al settore agricolo

58 Visite

Quasi 9 milioni di euro destinati al comune di Cerignola (Foggia), con decreto del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, nell’ambito dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza-Missione 5-‘Inclusione e Coesione’, per alloggi dignitosi destinati ai lavoratori del settore agricolo. Il fondo ammonta a 8.845.732,54 euro, stando a quanto reso noto dal Comune di Cerignola.

«Quella del caporalato è una criticità che il nostro territorio è abituato da sempre a vivere e, negli ultimi anni, ha prodotto abbandono, condizioni di lavoro e di vita al limite e spesso anche morte», spiega in una nota l’assessore contro il caporalato, Teresa Cicolella. «Tutto questo è il caporalato, a cui abbiamo deciso di dare battaglia perché il foggiano e Cerignola in particolar modo non siano più teatro di sfruttamento e di vite sommerse», prosegue. «E’ una somma importante per garantire innanzitutto un tetto, condizione necessaria per una vita dignitosa a chi spesso è costretto ad alloggiare in soluzioni di fortuna o campi abusivi, che più volte hanno mostrato pericoli e insidie», conclude.

«Siamo stati forse i primi in Italia a istituire un assessorato contro il Caporalato, perché siamo convinti che siano proprio gli enti locali a toccare con mano, per primi, gli effetti degli insediamenti abusivi», ricorda il sindaco di Cerignola, Francesco Bonito. «Nel nostro territorio sono circa 500 i cittadini stranieri presenti: un numero che, in concomitanza con l’estate, tende a triplicare senza controllo. Dopo gli incontri in Prefettura, adesso partono le interlocuzioni con associazioni, cooperative, sindacati e con gli uffici tecnici per creare percorsi innovativi di contrasto ad un fenomeno così complesso».

Promo