A San Severo 32enne strangolata, chiesti 21 anni per ex fidanzato

71 Visite

Ventuno anni di reclusione sono stati chiesti oggi dal pm della procura di Foggia per Francesco D’Angelo, accusato di aver strangolato la sua ex fidanzata, Roberta Perillo, 32 anni, il cui corpo venne trovato nel bagno della sua abitazione, a San Severo l’11 luglio 2019.Il processo è stato incardinato davanti alla Corte d’Assise di Foggia. Il consulente della procura ha riconosciuto un parziale vizio di mente per l’imputato e la richiesta invocata dalla pm riconosce la semi infermità che, invece, è stata esclusa dallo psicologo e criminologo Alessandro Meluzzi, nominato dai familiari di Roberta Perillo.

Per la difesa, l’imputato, ristretto nel carcere di Reggio Emilia, è totalmente incapace di intendere e volere. Prossima udienza l’8 aprile.

Promo