Minori: libro maltrattamenti e abusi diventa progetto nazionale

95 Visite

Questa mattina al Viminale una delegazione del Distretto Rotaract 2120 composta da Xenia Paolelli e Donato Maria Dell’Aquila ha incontrato il capo della Polizia Lamberto Giannini, al quale e’ stata consegnata una copia del libro “Rompiamo il silenzio – Dal maltrattamento all’abuso sessuale sui minori, un modo per prevenire e scoprire gli abusi”. Presenti gli autori, Maria Michela Gambatesa, psicologa e docente, e Giovanni Ippolito, direttore tecnico superiore psicologo della Polizia di Stato. Il manuale nasce dall’intensa esperienza di prevenzione della questura di Foggia svolta insieme agli autori nelle scuole locali, d’intesa con l’Ufficio scolastico provinciale.

Gli autori hanno incontrato i docenti, allo scopo di formarli sugli indicatori di abuso e trasmettere così una maggiore sensibilità verso questo genere di reato in modo tale da poter individuare prematuramente eventuali casi di abuso o violenza. Allo stesso tempo sono stati incontrati anche molti bambini ai quali sono state mostrate delle card al fine di far emergere eventuali reazioni anomale utilizzando la tecnica della Viepi, Verbalizzazione involontaria evocata per immagini. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato il direttore centrale anticrimine della Polizia di Stato Francesco Messina e il direttore centrale di Sanità Fabrizio Ciprani, la delegazione Rotaract ha ringraziato il prefetto Giannini per aver aderito al progetto partito dall’Istituto comprensivo statale “da Feltre Zingarelli” di Foggia ed esteso a tutte le scuole del territorio provinciale.

La positiva esperienza potrebbe essere presto estesa in ambito nazionale: per questo il testo, corredato dai disegni di Mariella Dipaola, pedagogista e insegnate, sarà distribuito agli Uffici minori di tutte le questure d’Italia.

Promo