Troia, il sindaco annuncia: “Partiti da Medyka profughi ucraini dopo 9 ore di ritardo”

81 Visite

 “Dopo una lunghissima attesa, con un ritardo di circa nove ore sul crono programma, il nostro bus con a bordo cinquanta profughi ucraini è finalmente partito da Medyka alla volta di Troia”. Lo scrive sui social, Leonardo Cavalieri sindaco di Troia  partito alla volta dell’Ucraina per prendere i profughi in fuga dalla guerra e portarli in Italia.

“Lungo il cammino faranno tappa a Cesena – spiega – una deviazione necessaria per poter far ricongiungere un anziano ucraino, soccorso dalla nostra squadra in collaborazione con l’associazione Anas Italia in un’altra città poco lontana da Medyka, alla figlia. Sarà un viaggio complesso, faticoso, delicato, ma a bordo ci sono due uomini speciali, Urbano ed Emilio, che sapranno dare a tutti supporto e conforto – conclude – Permettetemi di ringraziare la ditta di autotrasporti Moffa di Riccia che alla professionalità hanno unito solidarietà e generosità”.

Promo