Mafia: Foggia, un arresto per droga dopo l’agguato a un esponente del clan

97 Visite

Raffica di perquisizioni a Foggia e un arresto per droga dopo l’agguato del 2 marzo scorso a Nettuno (Roma), quando un esponente della batteria SinesiFrancavilla, clan dell’associazione mafiosa ‘Società foggiana’, è stato ferito a colpi di pistola assieme al figlio minorenne all’ingresso dell’abitazione in cui era ai domiciliari. Ad agire due persone fingendosi poliziotti.

In carcere, al termine dei controlli, è finito un foggiano, ristretto agli arresti domiciliari a seguito dell’inchiesta ‘Decima Azione’ della Dda di Bari sull’operatività Società Foggiana, sfociata nel blitz con 30 arresti alla fine di novembre 2018.Nella sua abitazione sono stati trovati 372 grammi di cocaina, materiale idoneo al confezionamento e alla pesatura e la somma di 23.875 euro. L’uomo è accusato di spaccio di droga ed è ristretto nel carcere di Foggia in attesa dell’udienza di convalida.

Promo