Carceri: detenuto aggredisce selvaggiamente due agenti a Foggia

67 Visite

«Un detenuto ha selvaggiamente aggredito due agenti provocando gravi ferite a un nostro collega a cui sono stati applicati dieci punti di sutura alla testa»: l’episodio, avvenuto nel carcere di Foggia, è riportato dal segretario generale del Spp (Sindacato di polizia penitenziaria) Aldo Di Giacomo che ricorda che l’aggressione si è verificata nel secondo anniversario della maxi evasione in cui fuggirono 72 persone. A inveire sarebbe stato un cittadino straniero ristretto nell’istituto detentivo.

«Per rendere l’idea di quale sia il clima all’interno del carcere foggiano – ha detto Di Giacomo – si consideri che i detenuti sputano addosso ai poliziotti urlando». Secondo il sindacalista: «E’ del tutto incomprensibile oltre che ingiustificato il fatto che lo Stato abbia rafforzato di organici e mezzi i presidi delle forze dell’ordine sul territorio foggiano ed invece abbia dimenticato il carcere che registra da anni carenze di uomini e strumenti. Il carcere alla pari delle caserme e dei posti di polizia – prosegue – è un presidio fondamentale per assicurare la legalità e garantire la sicurezza dei cittadini tenuto conto che i clan dalle celle continuano ad impartire ordini nei territori», ha concluso.

Promo