Foggia: continua l’Operazione Alto impatto, altri 8 arresti per droga e maltrattamenti

927 Visite

Altri 8 arresti tra Foggia e i comuni della provincia nell’ambito dei servizi ad Alto impatto predisposti dopo la visita della ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, il 17 gennaio scorso nel capoluogo dauno, in seguito agli attentati ai danni di esercizi commerciali.

Gli arresti si riferiscono sia a controlli antidroga che all’esecuzione di ordinanze di custodia per lesioni e maltrattamenti in famiglia. A Foggia gli agenti della questura hanno scoperto un box diventato serra artigianale per la coltivazione di piante di marijuana. A San Marco in Lamis un 22enne è stato sorpreso mentre prelevava droga da un contatore della pubblica illuminazione. A San Severo è stato arrestato e condotto in carcere un 47enne con l’accusa di aver sottoposto la moglie a vessazioni e aggressioni fisiche: in un’occasione l’avrebbe minacciata con un fucile e in un’altra l’avrebbe aggredita con una cinghia. A Rodi Garganico è finita in carcere una 33enne per maltrattamenti nei confronti di alcuni familiari conviventi. Tra Lesina e Cerignola la Finanza ha scoperto 5 lavoratori in nero. E a Lesina sono state scoperte 2 persone che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza. Sono stati applicati, infine, 4 provvedimenti di sorveglianza speciale disposti dal tribunale di Bari.

Promo