Imprese: azienda Princes, bonus per produttori di qualità

110 Visite

Contrattazione anticipata per il 2022, prezzi ‘equi’ e un bonus per il pomodoro di qualità 100% made in Puglia, per sostenere la produzione locale: è la strategia adottata da una grossa azienda di Foggia, la Princes industrie alimentari, che ha previsto l’anticipo della firma dei contratti con circa 300 fornitori (produttori agricoli locali) per la stagione 2022. La società a quanto si apprende gestisce il più grande stabilimento d’Europa ed è prima fra le aziende della Capitanata che è il principale distretto del pomodoro del Mezzogiorno.

La finalità principale, è precisato in una nota, è garantire la sostenibilità economica della filiera. “I partner agricoli possono così pianificare per tempo gli investimenti” ha commentato Gianmarco Laviola, ad dell’azienda. Gli imprenditori agricoli riuniti in oltre 30 cooperative partner venderanno quindi il proprio prodotto a un prezzo di acquisto equo basato sugli effettivi costi di produzione e stabilito in collaborazione con il dipartimento di Scienze agrarie dell’Università di Foggia.

E’ stata per altro tenuta in considerazione la situazione di crisi generale che ha provocato rincari importanti per la coltivazione, ed è stato quindi previsto un contributo straordinario che si sommerà alla remunerazione prevista lo scorso anno. L’azienda ha inoltre confermato un incentivo economico addizionale per premiare gli agricoltori che conferiscono un pomodoro di qualità superiore. Lo scorso anno erano già stati assegnati 3,9 milioni di ‘premio’ ai partner agricoli, in aggiunta al prezzo base e al contempo erano state possibili da luglio, nell’azienda, 1.500 assunzioni per i reparti agronomici, logistica, produzione e controllo qualità.

Promo