Vino: Cantina di Montalcino acquisita interamente da Made in Italy Fund

128 Visite

Made in Italy Fund, fondo di private equity, consolida la sua presenza nel settore del vino acquisendo il 100% di Cantina di Montalcino, unica cooperativa del territorio del Brunello, che ha 50 soci e ha sviluppato un fatturato nel 2021 di 3,7 milioni di euro.

Lo riferisce il sito specializzato Winenews.it spiegando che il regista dell’operazione é la holding Prosit cui Cantine Leonardo da Vinci, proprietaria di Cantina di Montalcino, ha ceduto le sue quote per una cifra compresa tra gli 8 e i 10 milioni di euro sempre secondo WineNews, reinvestendo a sua volta in Prosit, ed affiancandola nel percorso di crescita ed internazionalizzazione, come hanno fatto le altre aziende entrate nella holding: Tenuta di Collabrigo (Prosecco Doc e Prosecco Docg), le storiche Cantine Bosco (Montepulciano d’Abruzzo, nel Parco del Gran Sasso) e Cantine Torrevento, in Puglia, punto di riferimento del Nero di Troia.

La cessione viene commentata dal presidente del Consorzio del Brunello, Fabrizio Bindocci: “La Cantina di Montalcino era nata alla fine degli anni ’70 del secolo scorso per sostenere i piccoli agricoltori che si affacciavano al mondo della viticoltura, in uno spirito di servizio. Siamo sempre aperti alle nuove realtà che investono nel territorio, purché’, come avvenuto in tutti questi anni, chi sceglie Montalcino ne condivida i valori fondamentali, ovvero alta qualità, tipicità e tradizione, capisaldi di una identità che va anche oltre il vino, abbracciando un intero territorio che va, però, rispettato, salvaguardato e tutelato”.

Promo