Interventi sbagliati, anche “Casa della Sofferenza” di san Giovanni Rotondo condannata a risarcire

613 Visite

L’Azienda sanitaria regionale del Molise e la Fondazione “Casa della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo sono stati condannati dal Tribunale di Campobasso al pagamento di circa 625 mila euro per risarcire una donna residente a Trivento (Campobasso) che, a seguito di interventi chirurgici nel 2007 e nel 2008, secondo il giudice, non eseguiti correttamente si trova in una situazione di paraplegia irreversibile. Il risarcimento per l’80% è a carico dell’Azienda Sanitaria del Molise, il resto a carico della Fondazione di San Giovanni Rotondo.

A rendere nota la sentenza sono stati gli avvocati Michele Di Lallo e Antonio Mancini, difensori della donna. “La somma – spiegano i legali – è il risarcimento dei danni subiti dalla paziente che e’ stata sottoposta a interventi chirurgici che hanno generato un peggioramento delle sue condizioni fino ad un grado di completa paraplegia ipotonica”. La donna a causa di problemi alla colonna vertebrale era stata prima ricoverata all’ospedale Cardarelli di Campobasso, nel gennaio 2007, e poi in quello di San Giovanni Rotondo, nel luglio 2008.

Promo