San Severo. Sindaco: “Lamorgese venga qui o andiamo noi a Roma”

95 Visite

“Lancio un appello al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese di essere qui, in Capitanata, nei prossimi giorni non solo per annunciare vicinanza alla nostra popolazione che in questo momento si sente lasciata sola, ma anche per annunciare misure concrete da attuare nelle prossime settimane per sventare un piano, una strategia complessiva messa in atto dalla associazione mafiosa per tenere sotto scacco questa popolazione e questo territorio”.

È quanto dichiara Francesco Miglio, sindaco di San Severo (Foggia), dove la notte scorsa due esplosioni hanno pesantemente danneggiato altrettante attività commerciali.

“È un inizio di 2022 molto triste per la città di San Severo e per questo territorio”, continua il primo cittadino. “Mi aspetto che ci sia la venuta di Lamorgese, diversamente saremo noi ad andare a Roma a rivendicare attenzione”.


E ai commercianti vittime degli attentati dinamitardi avvenuti nei primi giorni del nuovo anno Miglio dice “di non scoraggiarsi, di non perdere la fiducia perché lo Stato è più forte di queste organizzazioni”.

“Stiamo lanciando un appello perché venga messa a punto una risposta determinata, vigorosa che possa contrapporsi a una strategia che vuole metterci sotto scacco e farci vivere nel terrore”, aggiunge.

Promo