‘Parco Eolico Nord’, il Consiglio di Stato boccia il TAR. Scontenta E2i Energie, svolta in arrivo?

102 Visite

Potenziale
svolta importante sul Parco ‘Vaglio Nord’, impianto dalla potenza nominale
complessiva di 10,5 MW
 e delle relative opere connesse ed infrastrutture indispensabili per
l’allacciamento alla Rete di Trasmissione Nazionale (RTN) gestita da Terna Rete
Italia SpA, da realizzare nei Comuni di Vaglio Basilicata, Pietragalla e
Potenza. A riferire il tutto è la testata basilicata24.it.

“La Regione Basilicata – si legge – oppone il
diniego all’autorizzazione, la società proponente – E2i Energie Speciali Srl –
ricorre al Tar Basilicata. Il Tribunale amministrativo accoglie il ricorso
della società. Il Ministero della Cultura, Ministero della Difesa e il
Ministero dello sviluppo economico impugnano la sentenza n. 103/2021,
depositata il 6 febbraio 2021, con la quale il Tar Basilicata ha accolto il
ricorso proposto da “E2i Energie Speciali srl”. Il Consiglio di Stato, con
sentenza pubblicata il 23 dicembre 2021, respinge il ricorso di primo grado
della “E 2i Energie Speciali srl” e la condanna al pagamento delle spese
relative al doppio grado di giudizio”.

Il progetto denegato, si apprende ancora,
prevedeva la realizzazione di quattro aerogeneratori, tutti di eguale potenza
(WTG1 e il WTG2 – wind turbine generator – sul territorio del Comune
di Pietragalla, WTG3 e il WTG4 su quello del Comune di Potenza).

Una notizia, questa, che potrebbe interessare da
vicino anche l’area del foggiano, alle prese soprattutto nelle zone collinari e
del sub appennino dauno da questo tipo di situazioni. Anche perché, oltre
all’affollamento esistente bisognerebbe fare i conti anche con l’inutilità di
questi generatori per chi, al sud, non consuma così tanta energia. 

Promo