Incendio in campo rom, Boccia: “Come fossero morti nostri figli”

93 Visite

“L’incendio divampato nel campo rom di Stornara è una tragedia che impone una reazione civica e politica; i due fratellini di 4 e 2 anni che hanno perso la vita nel sonno sono figli di tutti noi. La magistratura farà luce su quanto successo in quel campo nomadi ma è innegabile che la politica debba interrogarsi sulle condizioni, spesso disumane, in cui vivono intere comunità e trovare delle soluzioni civili, evitando che si ripetano tragedie come quella di oggi. Non si può e non si deve vivere in quelle condizioni. Su questo è necessario essere intransigenti. Nessuna persona dovrebbe morire così, men che meno due poveri bimbi, è uno strazio che rappresenta innanzitutto il fallimento di tutti noi e di una società sempre più egoista”. Così Francesco Boccia, deputato Pd e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, al termine di un incontro a Bari presso la sede regionale del Partito democratico della Puglia.

Promo