Pd: minoranza Puglia a Letta, trasparenza su tesseramento

93 Visite

Sul congresso del Pd in Puglia “chiediamo trasparenza del tesseramento, confronto aperto e partecipato sulla linea politica, scelta del segretario originata dal basso” è quanto chiedono in un documento inviato anche al segretario nazionale del Pd, Enrico Letta, parlamentari, consiglieri regionali ed esponenti locali del Pd Puglia. 

La lettera è stata sottoscritta da Fabiano Amati, Michele Bordo, Paolo Campo, Giacomo Fronzi, Gianni Giannini, Michele Lamacchia, Elisa Mariano, Federico Massa, Ruggero Mennea, Michele Mazzarano, Luigi Quaranta, Andrea Russo, Corrado Tarantino, Giuseppe Taurino, Liliana Ventricelli

A novembre le procedure congressuali sono state annullate dopo che la commissione nazionale di garanzia ha accolto un ricorso che era stato presentato da tre tesserati. 

Nel regolamento congressuale del Pd Puglia erano state rilevate alcune norme in contrasto con le norme statutarie e regolamentari nazionali, per questo motivo il congresso è stato annullato ed è stato nominato come commissario ad acta Riccardo Tramontana.

“La partecipazione e l’agibilità democratica – si legge nella lettera – da sempre tra i valori fondativi della nostra comunità politica, rischiano di essere negati totalmente nel congresso regionale del Partito democratico di Puglia”. 

“Abbiamo sollecitato più volte il confronto – sostengono – e non abbiamo mai avuto alcuna risposta, come se non fosse importante aprire la discussione e promuovere la partecipazione. Come se la scelta del segretario regionale del Partito democratico non debba essere frutto di un processo politico originato dal basso”.

I firmatari della lettera annunciando di aver “formalizzato la richiesta di prendere visione dell’anagrafe degli iscritti per sapere quanti siano ad oggi i tesserati”.

E concludono: “A partire dagli esiti che avranno le nostre istanze politiche e formali, valuteremo approfonditamente la legittimita’ di ogni singolo atto congressuale e decideremo come e se proseguire il confronto”.

Promo