Covid, a Foggia medico si fa pagare esame virus: avviata indagine interna

85 Visite

L’Asl di Foggia ha avviato un’indagine interna dopo la segnalazione relativa a un medico che avrebbe chiesto dei soldi a una malata covid, assistita da un altro professionista, per l’effettuazione di un esame prescritto dal personale dell’Unità speciale di continuità assistenziale. A segnalare la vicenda sarebbe stato il medico della paziente. “La direzione generale ha immediatamente dato mandato alla direzione sanitaria di avviare un’indagine interna per accertare i fatti e identificare il medico che si sarebbe recato a casa della paziente positiva chiedendo indebitamente il pagamento della prestazione sanitaria”, spiega la Asl in una nota in cui si evidenzia che “qualora i fatti dovessero essere accertati, la direzione generale segnalerà agli organi competenti ogni abuso dell’esercizio professionale. Se dovesse emergere la responsabilità di operatori dipendenti della Asl di Foggia, il caso sarà denunciato agli organi competenti, sarà avviato immediatamente un procedimento disciplinare e, se vi fossero i presupposti, si procederà con una risoluzione del rapporto di lavoro”. Ricordando che “le prestazioni fornite nell’ambito del contrasto alla pandemia sono gratuite”, la Asl invita “la popolazione a segnalare ogni abuso che sarà prontamente perseguito dall’Azienda”.

Promo