Per debito droga picchiano 30enne e sua madre che lo difende

80 Visite

Tre giovani sono stati arrestati a Foggia per aver picchiato violentemente lo scorso 23 novembre un 30enne che non aveva pagato un debito di 180 euro per l’acquisto di cocaina, e sua madre intervenuta per difenderlo. Le persone arrestate su ordinanza del gip di Foggia sono accusate, a vario titolo, di tentata estorsione e lesioni gravi. La mamma del 30enne è stata strattonata con violenza e uno dei tre arrestati le avrebbe stretto una sciarpa al collo minacciandola, ricostruiscono gli investigatori. Il 30enne aggredito, invece, ha riportato la frattura dello zigomo giudicata guaribile in 30 giorni. Una dei giovani coinvolto nell’aggressione era evaso dagli arresti domiciliari ai quali era costretto perché accusato di aver picchiato, nelle scorse settimane, alcuni giovani che frequentano la movida foggiana.

Promo