Concorso Provincia Foggia, Furore(M5S) segnalate irregolarità

120 Visite

“Serve chiarezza da parte del Presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta dopo le anomalie segnalate dai candidati”. E’ quanto dichiarata l’europarlamentare Foggiano, Mario Furore (Movimento 5 Stelle), intervenendo su presunte irregolarità che sarebbero state segnalate dai canditati che hanno preso parte al concorso bandito dalla Provincia di Foggia per la copertura di tre posti da istruttore amministrativo e due da istruttore direttivo amministrativo.

Secondo Furore ci sarebbero state segnalazioni su “diverse anomalie a cominciare dalla modalità della prova d’esame. Se facciamo riferimento – aggiunge – al bando pubblicato sull’albo pretorio della Provincia, la prova si sarebbe dovuta svolgere con l’ausilio di strumenti informatici e digitali e si sarebbe dovuto procedere, altresì, all’accertamento della conoscenza della lingua inglese e delle tecnologie informatiche più diffuse”.

Furore evidenzia che “i candidati raccontano che la prova non si è svolta in modalità informatica e, inoltre, sembra che la Commissione esaminatrice, composta da funzionari della Provincia e presieduta dall’ex magistrato Massimo Lucianetti, abbia comunicato ai partecipanti (la mattina stessa dell’esame) che solo il positivo espletamento dei quesiti di inglese e informatica avrebbe dato accesso al proseguimento della prova e, quindi, alla correzione delle risposte alle 40 domande di diritto, cosa che non era espressamente prevista dal bando”.

A quanto si apprende, alcuni partecipanti al concorso vorrebbero presentare ricorso. Furore e i pentastellati di Capitanata ritengono “indispensabile che la Provincia, il presidente Nicola Gatta e la Commissione facciano chiarezza, sia sulle procedure concorsuali che su eventuali azioni che l’Ente intende porre in essere al fine di tutelare i principi di trasparenza e buon andamento della pubblica amministrazione”.

Promo