Agricoltura, danneggiati 103 ulivi nel foggiano. Coldiretti Puglia: criminalità indisturbata, serve esercito

98 Visite

Sono 103 gli ulivi tagliati in una azienda del Foggiano. Lo denuncia Coldiretti Puglia evidenziando che la criminalità colpisce indisturbata le aree rurali, depredando e danneggiando senza pietà il frutto del lavoro degli agricoltori, alla mercé di bande criminali che saccheggiano e azzerano in pochi minuti campi e produzioni. L’associazione chiede l’intervento dell’Esercito e l’attivazione di una cabina di regia tra il ministero delle Politiche agricole e il ministero dell’Interno, affinché ci sia un coordinamento sulle attività delle forze dell’ordine, in particolare nelle zone più a rischio. In particolare nelle province Bari, Bat e Foggia dove le bande organizzate rubano, nel giro di pochi minuti, fino a 30 chili di olive, battendo gli alberi con bastoni in ferro e alluminio, danneggiando anche le piante.

Coldiretti Puglia intende aiutare gli agricoltori e spingerli a “denunciare per analizzare dove si registrano in più larga misura i fenomeni criminosi, quando avvengono i furti, quali sono mezzi e prodotti maggiormente appetibili e come è strutturata la ‘filiera’ della ricettazione per economizzare le attività di polizia, non lasciando isolate le vittime e rassicurandole circa l’anonimato della denuncia”

Promo