Pmi Day: scuola, università e imprese si confrontano per un futuro sostenibile

149 Visite

Il Comitato Piccola Industria di Confindustria Lecce, in occasione della XII edizione del “PMI DAY – Industriamoci”, la giornata del valore e dell’orgoglio delle piccole e medie imprese associate a Confindustria, ha aperto venerdì 19 novembre le porte ai giovani, agli amministratori degli enti locali, agli organi di informazione e a tutti coloro che interagiscono con le attività delle aziende, per evidenziare il ruolo fondamentale delle pmi nello sviluppo del Paese. Obiettivo dichiarato dell’iniziativa, che si è svolta in collaborazione con Confagricoltura Lecce, è, infatti, quello di  contribuire a diffondere la conoscenza delle realtà produttive e il loro impegno in favore della crescita economica e sociale e della sostenibilità, tema cruciale dell’edizione 2021. In questi anni il PMI DAY ha visto tantissimi ragazzi e ragazze, studenti universitari entrare in azienda per “toccare” da vicino il lavoro e comprendere il ruolo delle imprese nell’ambito dell’economia. In seguito alla diffusione della pandemia da Covid-19 il Pmi Day si è dovuto adeguare, rispettare le distanze, adattare. L’edizione del 2020 si è svolta completamente in forma virtuale, mentre per quella 2021, considerato l’andamento incoraggiante dell’emergenza pandemica, il presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Lecce Roberto Marti ha “costruito” un evento misto, sia in presenza, sia a distanza. Grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, la manifestazione ha visto, infatti, alunni e docenti degli istituti IISS Fermi, Liceo Virgilio-Redi, Liceo De Giorgi, IISS Galilei – Costa – Scarambone di Lecce, dell’IISS Lanoce di Maglie, dell’IISS Salvemini di Alessano e studenti del Laboratorio di Ingegneria Gestionale di Unisalento, accompagnati dal responsabile scientifico professoressa Giuseppina Passiante, giornalisti, rappresentanti di Confindustria ed istituzionali, coinvolti in un incontro virtuale di conoscenza e confronto con esponenti del mondo imprenditoriale locale, nazionale ed internazionale; contemporaneamente si è tenuta un’esperienza diretta in azienda, riservata ad una rappresentanza di studenti di ciascuna scuola, che hanno trasferito ai compagni quanto visto e appreso presso la Techemet Srl, impresa internazionale, multi localizzata, che si occupa di riciclare catalizzatori automobilistici e industriali nel mondo ed è leader nel mercato dei platinoidi.  Un’altra delegazione di studenti ha potuto conoscere la Masseria Limbitello a San Foca.

“E’ per noi un piacere ogni anno coinvolgere fasce diverse di giovani – ha detto il presidente della Piccola Industria di Lecce Roberto Marti – per far conoscere le imprese, il lavoro, i valori che sottendono l’attività imprenditoriale e il suo impegno quotidiano per la crescita e lo sviluppo del Paese. La manifestazione si è svolta all’interno delle iniziative previste dalla XX Settimana della Cultura d’impresa e nella Settimana Europea delle Pmi. In un momento storico di grandi incertezze, nel quale i giovani hanno bisogno di iniezioni di fiducia nel futuro il nostro Comitato vuole valorizzare le produzioni locali e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle imprese come motore di sviluppo, attento e rispettoso verso l’ambiente. L’edizione 2021, infatti, è centrata sul concetto della sostenibilità, nell’ottica di mettere in evidenza l’impegno delle imprese che vogliono conciliare sempre di più la crescita e lo sviluppo economico nel rispetto dell’ambiente, garantendo in questo modo un futuro migliore alle giovani generazioni. Contestualmente particolare attenzione è riservata alla responsabilità sociale che si declina nella volontà di ridurre le diseguaglianze e favorire l’inclusione sociale per offrire un benessere diffuso”.

“Green economy e sostenibilità sono alla base dei concetti di recupero e riciclo – ha affermato Giovanni Greco, presidente di Techemet Europa. In Techemet la voglia di fare bene il nostro lavoro si inserisce perfettamente nel solco tracciato dall’Europa con il New Green Deal e, in Italia, abbiamo voluto dare il nostro contributo attivo realizzando connessioni con diverse Università e con Centri di ricerca industriale, aprendo una sede di Ricerca e Sviluppo con un’importante Università del Paese; non solo, stiamo lavorando per realizzare un’apposita divisione ingegneristica che sia il volano per tutti gli stabilimenti Techemet europei”.

Su recupero e riciclo le idee sono chiare: “Techemet rispetta le indicazioni europee e la visione europea in materia attraverso il suo ciclo produttivo e la tracciabilità del rifiuto, avendo un modello a ciclo chiuso, che consente di eliminare la gestione degli scarti in discarica e recuperare totalmente le materie prime”.

“Anche quest’anno – conferma il presidente Maurizio Cezzi – dato l’esito positivo degli anni passati, Confagricoltura Lecce partecipa al progetto PMI DAY 2021 di Confindustria Lecce, giunto alla dodicesima edizione.  Grazie all’impegno e all’ospitalità delle aziende, il PMI DAY è diventato un appuntamento annuale di grande valore per contribuire alla diffusione della conoscenza delle realtà produttive delle imprese salentine. Quest’anno Confagricoltura Lecce ospiterà gli studenti presso Masseria Limbitello, un’azienda agricola ed agrituristica da sempre attenta alla salvaguardia ed alla tutela delle risorse naturali. Il progetto di coinvolgere gli studenti degli istituti secondari, le loro famiglie e gli insegnanti in questa esperienza,  si dimostra  uno strumento  fondamentale per far percepire l’impegno delle imprese agricole nostre socie per la crescita del territorio in termini di valore, innovazione e sostenibilità”.

Promo